E’ arrivato il mal di schiena…

Home » Letture » E’ arrivato il mal di schiena…
mal di schiena

Ti è mai capitato di essere vittima di un mal di schiena insopportabile senza neppure conoscerne le cause?
Insomma, ti svegli una mattina e sei completamente bloccato!

Eppure il giorno prima stavi benissimo…
Dato che magari potrebbe essere proprio il tuo caso, desidero mettere subito in chiaro le cose in modo da fugare qualsiasi dubbio.
Se il mal di schiena ti sorprende così all’improvviso al risveglio, o mentre stai compiendo le più semplici azioni quotidiane, devi prendere coscienza del fatto che potrebbe esserci qualcosa che a monte abbia causato questo episodio.

Il mal di schiena non è altro che la fine di un tunnel di contrazioni muscolari e compensazioni posturali conseguenti.

Quando la nostra schiena arriva a bloccarsi o a dare dolori lancinanti, siamo arrivati alla fine del tunnel.

Una buona idea sarebbe quella di non entrarci mai.

Se accumuliamo nel tempo tensioni su tensioni senza pensare a risolverle o senza sapere come fare, come dopo una grande abbuffata al ristorante, arriverà il conto.
Ed allora sarà inutile stupirci della batosta.

Vivere in tensione significa vivere costantemente in uno stato di malessere psicofisico generale.

Nello specifico, essere tesi equivale a:

  •   Dolori lombari
  •   Dolori dorsali
  •   Dolori cervicali
  •   Dolori al collo
  •   Mal di testa frequenti

e ancora :

  •   Svegliarsi doloranti
  •   Affaticamento
  •   Problemi di digestione
  •   Problemi legati alla sessualità
  •   Rinunciare a tutte le cose che ci piacciono
  •   Vivere una vita di sofferenza

Il tuo corpo ha bisogno di vivere senza tensioni, perchè solo così potrà funzionare al meglio.

Vivere senza tensioni equivale a :

  • Niente dolori lombari
  • Niente dolori dorsali
  • Niente dolori cervicali
  • Niente dolori al collo
  • Niente mal di testa

e ancora :

  •   Svegliarsi senza dolori
  •   Imparare a non assorbire lo stress
  •   Eliminare dolori muscolari alla schiena e al corpo intero
  •   Migliorare il processo di digestione
  •   Diventare una persona nuova
  •   Essere più felici

Perciò è di estrema importanza disporre di uno strumento pratico e conoscitivo che ti permetta di risolvere questo tipo di tensioni.

USIAMO LO YOGA PER RISOLVERE QUESTI PROBLEMI

La pratica dello yoga migliora sia lo stato fisico, quello legato al corpo, sia lo stato psichico, quello cioè legato alla salute mentale. Infatti, attraverso gli asana si ottengono benefici a livello dei processi fisiologici e si raggiunge l’armonia per gli aspetti psicologici.

Un altro aspetto importante, collegato alla pratica, è quello della respirazione: il pranayamaovvero il controllo della forza vitale. Prana significa “energia” ma anche “respiro” e ayama vuol dire “controllo – padronanza”. È il respiro che circola, espande, riempie e dona pienezza alla vita. Qui troverai tutte le indicazioni necessarie per effettuare la respirazione nel modo giusto. Oltre agli aspetti puramente pratici, lo yoga è anche rilassamento.

I principi dello yoga sono utili soprattutto per affrontare lo stress della vita di tutti i giorni. Grazie a tecniche specifiche è possibile sciogliere le tensioni e le contrazioni, per allontanarsi allo stesso tempo dalle situazioni che le hanno create. Soprattutto grazie all’aspetto più profondo della pratica yoga: la meditazione.

Lo yoga non è solo esercizio fisico legato alla corporeità, ma è anche ginnastica per la mente. Attraverso la pratica si raggiunge un equilibrio psicofisico ottimale; infatti, oltre alla consapevolezza del proprio corpo, si sviluppa il controllo delle proprie emozioni, fino a essere in armonia con il mondo che ci circonda. Grazie alla volontà e alla concentrazione è possibile dunque ottenere anche l’equilibrio dell’anima. Lo yoga allora non è più solo un’attività, ma diventa un vero e proprio stile di vita a cui aderire in base alle proprie esigenze.

Fatal error: Allowed memory size of 134217728 bytes exhausted (tried to allocate 83 bytes) in /web/htdocs/www.yogaromanord.com/home/wp-includes/class-wp-comment.php on line 192